Da grande voglio essere un bambino. Buoni propositi per il mio 2015.



21706_486773958011278_1486459337_n

c. foto Centri estivi Val di Sole, Vicenza

Per fare finalmente le cose che da piccola non mi davano il tempo di fare, perchè il tempo libero dei figli è segnato nell’ agenda dei genitori. E i genitori, si sa, non hanno tempo.

Ecco la mia agenda:

Far suonare una foglia.
Girare una sedia e usarla come automobile, sedendosi sullo schienale.
Fare un castello gotico lasciando colare la sabbia bagnata dal palmo chiuso.
Fare una pista sulla sabbia usando le chiappette per tracciare il primo solco.
Fare planare come pale d’elica i semi di faggio o di acero.
Saltare da un’altalena in volo.
Tagliare i capelli alla barbie.
Camminare in bilico sul marciapiede come un equilibrista sulla trave.
Saltare le linee del marciapiede, senza pestarle mai.
Far finta che il letto sia un’isola e il pavimento un mare con gli squali.
Lasciare le gambe sospese tra le inferriate del balcone.
Mischiare bicarbonato e aceto.
Far girare l’hula hoop con il collo e con le mani.
Prendere un nappolino alla giostra e fare il secondo giro gratis.
Usare la coda del gatto come nappolino della giostra.
Andare su una giostrina da un euro, senza che la mamma ti dia un euro, fingere che la giostrina si muova imitandone il suono con la bocca.
Arrotolare la lingua.
Fare la battaglia dei pollici.
Fare la pipì sulla neve.
Usare le ciliegie come orecchini.
Usare i petali delle rose come smalto.
Mettere un seme nel cotone, bagnarlo e aspettare che germini.
Fare un aereo e una barchetta di carta.
Costruire un accampamento indiano con due sedie e una coperta.
Fare le costruzioni senza seguire l’esempio sulla scatola.
Cucinare un pasto completo da somministrare a un adulto a base di foglie, fango e polvere.
Telefonare parlando in una cornetta di pollice e mignolo.
Mangiare delle more direttamente dal cespuglio.
Raccogliere un rametto di ortica dal gambo e rincorrere qualcuno per pungerlo.
Mangiare un ghiacciolo alla menta e mostrare al mondo la lingua dell’incredibile Hulk.
Ficcare un piede sotto il naso a un adulto e ridere perché finge uno svenimento.
Riempirsi il palmo della mano di Vinavil (non hanno scoperto che è cancerogeno vero?), aspettare che si asciughi, toglierlo tutto in un unico strato compatto.
Fare le bolle nel bicchiere soffiando con la cannuccia.
Fare volare un aquilone.
Fare una buona conversazione con un animale, sia esso un cane, un gatto o un pesce rosso.
Fare un disegno sulla condensa di un vetro appannato.
Prendere al volo un fiocco di polline.
Tenere una lezione a una classe indisciplinata di peluches.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s